Cos’è un baby shower? I segreti per una festa perfetta

COS’È UN BABY SHOWER?

Il baby shower party, di origine Americana e ormai diffusa in più parti del mondo, è una festa tutta al femminile per celebrare l’imminente arrivo del bebè e un’occasione per fare alla mamma regali utili e divertenti.
Per una futura mamma sarà piacevolissimo passare un pomeriggio o una serata con le donne della propria famiglia e le amiche più care.

COME E QUANDO ORGANIZZARE UN BABY SHOWER?

L’evento avviene solitamente verso l’ottavo mese di gravidanza e viene organizzato dalle amiche o dalla mamma stessa; nato come ricevimento pomeridiano può essere tranquillamente trasformato in un aperi-cena o dopocena.

Questo breve elenco potrà facilitare la programmazione:

  • 1 – Fai la lista delle persone da invitare: madre, sorelle, zie, cugine, colleghe e, immancabili, le amiche.
  • 2Manda gli inviti circa 3 settimane prima, via posta per una scelta più formale, o via mail e telefono, comunicando: data e ora della festa, dove si svolgerà, indicazioni del negozio (se si è scelto di fare una lista regali), richiesta di confermare la presenza. Qui puoi trovare dei divertenti biglietti di invito free
  • 3Decidi il tema della festa per coordinare le decorazioni dell’ambiente, le tovaglie, i tovaglioli, le stoviglie, i bicchieri… Puoi trovare qui e qui tantissime idee.
  • 4Stabilisci il menù in base all’orario del ricevimento: puoi preparare un assortimento dolce e salato, oppure contattarci per ordinare da noi il tuo buffet, che potrà essere allestito con finger food, biscotti salati, muffin e cupcakes salati, insalate fredde, muffin e cupcake dolci, biscotti decorati a tema…
  • 5La torta: non può mancare una super torta di cake design decorata in pasta di zucchero con cupcake e biscotti coordinati al tema. Contattaci per un preventivo gratuito!
  • 6Prepara il tavolo dei regali. Il baby shower party è letteralmente “una doccia” di regali che potranno essere esposti su un piano di appoggio allestito con una bella tovaglia che rispetti il tema prescelto, e magari qualche decorazione tipo palloncini, foto della mamma in attesa o anche delle ecografie del bebè che sta arrivando. I regali andranno rigorosamente aperti durante la festa.

Con queste semplici indicazioni avrete finalmente capito cos’è un baby shower e come procurarvi tutte gli elementi necessari per una festa di successo!

A presto,
Monica

Tutti i costi del cake design: dal progetto alla realizzazione

DA DOVE VENGONO TUTTI I COSTI DEL CAKE DESIGN?

I costi… ma quanto costano queste torte di cake design? Ma quanto sono care? Ma se vado da tizio, al super, dalla vicina della zia della mia amica spendo mooooooolto meno!!!

Possiamo paragonare una torta di cake design ad una torta fatta in “serie”?
Possiamo paragonare le scarpe di pittacoso a quelle di un ciabattino artigiano?
Vi vorrei spiegare cosa si nasconde dietro al costo di una torta di cake design, più precisamente ad una mia torta decorata.

Il progetto è su misura: pensato, studiato, discusso, cancellato e riscritto con il cliente, seduti sulle seggioline rosa del mio negozio o tramite comunicazioni con il pc e il telefono. Come diceva quello? Ah sì, il tempo… vola.
Parte poi la realizzazione: cominciamo dalle materie prime. Io lavoro solo su ordinazione, perciò non ho basi di pan di spagna pronte da giorni, ma preparo la torta per lo specifico evento utilizzando prodotti freschi: farina, zucchero, uova, burro, latte, cioccolato, panna…
La base va preparata in anticipo in modo di avere il tempo di assestarsi per poter essere poi tagliata in maniera precisa, viene quindi farcita e lasciata in frigorifero prima di essere completamente ricoperta.
Avete in mente una torta di cake design ricoperta con la pasta di zucchero bella precisa, senza pieghe o storture ed imperfezioni? Bene, questo comporta una stuccatura accurata (la copertura con farcia dell’intera torta), che richiede tempo e precisione.
Poi è il momento della pasta di zucchero. Non è una glassa da colare né un foglio di carta regalo, ma una massa capricciosa che va coccolata ed adulata affinché decida di lasciarsi trattare senza farti dispetti.

La pasta di zucchero è una massa capricciosa che va coccolata ed adulata affinché decida di lasciarsi trattare senza farti dispetti.

Parliamo ora delle decorazioni: ogni elemento, ogni particolare, viene realizzato a mano manipolando sempre quella massa capricciosa di cui parlavamo prima, e anche nei casi di uso di stampi, le forme ottenute sono solo una traccia che verrà modificata per avere un aspetto realistico o particolare.
Lavoriamo con mattarelli, spatole e cucchiai, ma anche con bisturi, balltool, sgarzini e tutti gli strumenti che la fantasia ci suggerisce. Prendiamo misure e facciamo calcoli “estremi” perché i decori siano il più preciso possibile.
Il tutto poi va composto con maniacale attenzione, stando attenti al colore che non sbavi, al fiore che non si rompa, sfidando spesso la legge di gravità e del buon senso che alle 2 di notte ci intima di andare a dormire.

Tutti questi passaggi, tutte queste lavorazioni richiedono impegno e dedizione, ed è per questo che i costi del cake design sono più elevati rispetto ad altri prodotti, realizzati con lavorazioni diverse.

La torta non dura in eterno, per fornire al cliente un prodotto fresco i tempi di lavorazione si concentrano in pochi giorni e spesso poche notti.

“Chi lavora con le sue mani è un lavoratore, chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano, chi lavora con le sue mani, la sua testa e il suo cuore è un artista”
(S. Francesco D’Assisi)

Alla prossima…fetta
Monica

Torte di cake design: belle belle, ma dentro?

TORTE DI CAKE DESIGN: BELLE SOLO FUORI?

Sì, vabbè, belle belle… ma poi dentro?

“Io le ho assaggiate una volta l’aveva fatta la vicina dell’amica di una mia amica: asciuuuuutta!”
Quante volte ho sentito e letto questi discorsi: mi piacerebbe qui cercare di sfatare un mito.

“Io le ho assaggiate una volta l’aveva fatta la vicina dell’amica di una mia amica: asciuuuuutta!”
Quante volte ho sentito e letto questi discorsi: mi piacerebbe qui cercare di sfatare un mito.
Assodato che le torte di cake design sono belle, ehm… non proprio sempre, uhm… non proprio tutte, andiamo a scoprire cosa nascondono al loro interno.

Questa è la mia personale versione:
utilizzo delle ricette di pasticceria Americana che mi permettono di avere delle basi solide ma soffici e gustose e che non si deformino in cottura. Uso solo burro, zucchero, latte, uova fresche e vaniglia (serve una struttura che possa sostenere sia le decorazioni in pasta di zucchero che altri eventuali piani di torta). La torta può essere alla vaniglia o al cacao e ulteriormente arricchita con frutta, frutta secca, gocce di cioccolato…

La torta nuda di Muffinworld - Torte di Cake Design Milano
Ecco come appare una torta senza
copertura in pasta di zucchero
“Uhhhh Americane, non sanno che cos’è la cucina…” Ricordiamoci che la cucina americana è basata sulle ricette che tutti gli immigrati hanno portato con se, Italiani, Francesi, Tedeschi, Spagnoli… e non solo Mc DinDons!

E poi? Taglio la torta in modo da poterla farcire con 2 o 3 o più strati di creme, i gusti li scelgo assieme al goloso che si mangerà questa delizia: creme, cioccolato, crema di nocciole, marmellate…
Tutta la torta viene poi rivestita con uno strato di ganache al cioccolato o crema al burro, prima di essere ricoperta con un sottile rivestimento in pasta di zucchero.

 

Non si può paragonare la consistenza delle torte di cake design con quella di una tradizionale torta italiana […] ma non si può paragonare nemmeno una torta sacher ad un babà, una pastiera Napoletana ad una cassata Siciliana.
Certamente non possiamo paragonare la consistenza delle torte di cake design con la consistenza di una tradizionale torta italiana da cerimonia: pan di spagna abbondantemente inzuppato con creme all’uovo e panna, ma non possiamo neppure paragonare una torta sacher ad un babà, una pastiera Napoletana ad una cassata Siciliana.

Come sempre è una questione di gusti, situazioni ed emozioni.

Alla prossima… fetta!
Monica

CAKE DESIGN: COME TROVARE L’ISPIRAZIONE?


LA GIUSTA ISPIRAZIONE PER IL GIUSTO CAKE DESIGN

Pinterest è uno strumento meraviglioso, fonte infinita di ispirazioni. Come cake designer, per le mie torte decorate sono sempre alla ricerca di nuove ispirazioni: le cerco ovunque, passeggiando, sfogliando un libro, guardando le vetrine dei negozi più diversi, osservando le persone e le cose e… girovagando su Pinterest.

Il bello di Pinterest è che posso immediatamente collezionare e catalogare le immagini che attirano la mia attenzione: ho creato una bacheca di palette colori che mi aiuta e mi da idee nell’abbinare i colori delle mie torte, la bacheca “bouquet” mi fornisce spunti per il “cake design” a tema fiori. Non può mancare la bacheca “my cakes”, in “torte dal web” colleziono tutte quelle immagini che per svariati motivi attirano la mia attenzione : un fiore posizionato in un certo modo, l’ambientazione di una foto, una scritta particolare, una forma insolita…
Tutti questi spunti visivi sono ottimi, per chi come me si occupa di cake design e vuole trovare sempre la giusta soluzione.

Un altro aspetto molto utile è la possibilità di raggiungere in un click il sito da cui ha origine l’immagine. Qualche giorno fa guardavo dei grembiuli da cucina veramente particolari, stile pin-up anni ’50… click ed eccomi nel negozio on-line. Meglio di così non si può!

Insomma, cosa stai aspettando? iscriviti, segui le mie bacheche di cake design, crea le tue personali e… buona ispirazione!

La bacheca di Pinterest di Muffinworld - cake design

 

CONVERTIRE UNITÀ DI MISURA – RICETTE IN INGLESE

Capita, prima o poi, di imbattersi in ricette scritte in Inglese, e subito deve partire la ricerca per le conversioni metriche degli ingredienti e temperature.
Oggi vi propongo la traduzione dal mitico libro che uso spesso per le mie ricette KITCHEN TREASURE per ciò che riguarda le TEMPERATURE DEL FORNO, unità di misura dei LIQUIDI e dei PESI

kitchen-treasures-libro-ricette-muffinworldDA GRADI FAHRENHEIT
A CELSIUS

300°F – circa 140°C
325°F – circa 150°C
350°F – circa 180°C
375°F – circa 195°C
400°F – circa 220°C

Purtroppo la conversione è approssimativa, poiché le due misurazioni partono da punti di riferimento differenti, e poi, come sempre, dipende molto dal proprio forno (marca, età, funzionamento). Con qualche prova e qualche esperimento si riuscirà a mettere a punto la propria personale tabella.

LIQUIDI E PESI: LE ABBREVIAZIONI

Tsp = teaspoon, cioè cucchiaino
Tbsp = tablespoon, cioè cucchiaio da minestra
Cup = tazza (non una qualsiasi, ma appositi misurini che possiamo ormai trovare in un qualsiasi negozio di casalinghi, così come tutte le varie misure di cucchiai e cucchiaini)
fl oz / oz = oncia liquida / oncia
lb = libbra
pint = pinta
La faccenda è lunga e spinosa, sinceramente io ho ovviato scaricandomi una comodissima applicazione (convertitore di unità) sul cellulare. E, confesso, per alcune mie ricette uso serenamente cups e cucchiaini.
 

cups-spoons-muffinworld
Parte della mia personale dotazione di cups e cucchiaini

CONVERSIONE PESI
1/8 oz = g 5
¼ oz = g 10
½ oz = g 15
1 oz = g 25
1 ¼ oz = g 35
1 ½ oz = g 40
1 ¾ oz = g 50
2 oz = g 55
2 ½ oz = g 70
2 ¼ oz = g 60
3 oz = g 85
4 oz = g 115
5 oz = g 140
6 oz = g 175
7 oz = g 200
1 lb = g 450
1lb 2oz = g 500
CONVERSIONE LIQUIDI
¼ tsp = ml 1,25
½ tsp = ml 2,5
1 tsp = ml 5
1 tbsp/ 3 tsp = ml 15
½ fl oz = ml 15
1 fl oz = ml 30
1 pint = ml 600

CONVERSIONE DELLE CUPS
1 cup di farina = circa 150 g
1 cup zucchero granulato = circa 225 g
1 cup zucchero di canna = circa 175 g
1 cup uvetta = circa 200 g
1 cup burro / margarina = circa 225 g
1 cup di liquidi = circa 250 ml
1 cup miele = circa 300 g
1 cup gocce di cioccolato = circa 160 g